7836

Riabilitazione Parkinson e Parkinsonismi: introduzione

La Malattia di Parkinson è  una delle più frequenti patologie neurodegenerative e vede in Italia oltre 300.000 persone affette con incidenza crescente con l’aumentare dell’età. Si tratta di una malattia che causa lentezza nei movimenti, rigidità diffusa, a volte tremore, con il passare del  tempo difficoltà di equilibrio e del cammino e cadute. Altri disturbi frequenti sono depressione, disturbi del sonno e col passare degli anni difficoltà di memoria.

La terapia farmacologica ha migliorato in modo significativo la qualità di vita dei pazienti e la loro  longevità, ora sovrapponibile a quella della popolazione generale. Tuttavia i farmaci non sono in grado di fermare la neurodegenerazione, né di agire in modo efficace su alcuni aspetti della malattia.

Nell’ultimo decennio si è fatta largo come nuova risorsa terapeutica, la riabilitazione specialistica,  che consente di migliorare alcuni aspetti della malattia quali il disturbo dell’equilibrio e l’alterata cadenza del passo durante il cammino, i disturbi del linguaggio e della deglutizione. L’efficacia di un approccio multidisciplinare è stata documentata da numerosi studi scientifici sia in termini di miglioramento delle prestazioni motorie, che nel rallentare la progressione della malattia e migliorare le autonomie del paziente nella vita quotidiana.

L’ Unità di Riabilitazione Parkinson e Parkinsonismi  della Casa di Cura Le Terrazze si propone di offrire un percorso riabilitativo multidisciplinare intensivo .

Tale percorso è supervisionato da una Specialista Fisiatra e da un Neurologo esperti nella gestione di tali patologie e si avvale di infermieri, fisioterapisti, logopedisti, terapisti occupazionali e psicologi  altamente qualificati e con ampia esperienza nel trattamento di queste patologie.

La Struttura offre la possibilità di usufruire di un ciclo riabilitativo specialistico di 4-6 settimane in regime di ricovero, a cui si può accedere su prescrizione specialistica ambulatoriale o in regime di trasferimento da reparto di degenza ospedaliero. Esiste altresì la possibilità di sottoporsi  a fisioterapia ambulatoriale, in regime privato calmierato, sia individuale che di gruppo per una durata variabile, personalizzabile da paziente a paziente.